Chi siamo

La cantina Case Rosse
La Cantina Case Rosse nasce nel 1989 nel cuore di Pornassio, terra dell’Ormeasco, dalla grande passione per il vino di Mariella ed Angelo. 
 
La Cantina viene costruita nella zona sottostante la casa di famiglia ed è gestita interamente da Angelo, mentre Mariella si occupa della piccola e ricercata bottega dei sapori aperta in concomitanza con la Cantina. Nel negozio si possono trovare specialità liguri e del basso Piemonte come olio extra vergine, pesto, olive in salamoia, formaggi, funghi, tartufi e tante altre prelibatezze. 
 
La filosofia aziendale è sempre stata la ricerca della migliore qualità dei prodotti nel rispetto degli antichi sapori e profumi del territorio ligure. 
I vini prodotti non sono “standardizzati”, hanno gusti originali, ogni anno differenti, così come ogni vendemmia, ogni stagione, crea grappoli d’uva dalle peculiari caratteristiche . Preservare la particolarità territoriali, creare in sintonia con la natura, sono le caratteristiche dell’arte del fare il vino della Cantina Case Rosse.
 
I vini prodotti sono:
 
Ormeasco di Pornassio
 
L’Ormeasco è un vitigno autoctono che già dal Medioevo ornava le terrazze della Valle Arroscia, impiantato per editto e coltivato per amore dal 1303. E’ caratterizzato da grappoli di media dimensione, spesso soggetti ad acinellatura caratteristica che lo distingue dal suo parente più prossimo, il Dolcetto.
L’Ormeasco è un vino rosso di medio corpo, giusta freschezza, buona sapidità, di colore rosso rubino non troppo intenso. Al naso si percepiscono note di frutti di bosco, ciliegia, geranio. Si accompagna con piatti liguri di carni e verdure, tipici dell’entroterra.
 
Ormeasco di Pornassio Sciac-trà
 
Lo Sciac-trà è un rosato ottenuto da una breve permanenza del mosto sulle bucce, che ne fanno un vino dal colore cerasuolo pallido, mai ramato, con sentori di ciliegia, fragola, mela. In bocca è fresco, di buona acidità, non molto caldo ma con una sensibile morbidezza. Può accompagnare piatti di verdure ripiene alla ligure, torte salate, piatti di pesce come stoccafisso all’onegliese, sampietro al forno con patate, olive e pomodori.
 
Pigato Riviera Ligure di Ponente
 
Si tratta di un vitigno autoctono, coltivato principalmente nella valle dell’Arroscia e nell’Albenganese. Il suo nome deriva dal latino Pigatum ad indicare i caratteristici puntini neri presenti sulla buccia. Ha un colore paglierino più o meno intenso, in relazione al tipo di vinificazione. Sprigiona un profumo ricco ed avvolgente, con note di macchia mediterranea (salvia, rosmarino, ginestra), pesca gialla e note lievemente agrumate. 
Al palato si presenta caldo con notevole struttura, lascia un retrogusto di mandorla e ripropone con buona persistenza le note olfattive.
 
avanti
indietro

Prodotto aggiunto al carrello